Mercoledì 20 Gennaio 2021Ultimo aggiornamento 15:09

None: ancora un atto vandalico alla chiesetta di S. Giovanni

None: ancora un atto vandalico alla chiesetta di S. Giovanni
Venerdì 8 Gennaio 2021 - 17:03

None. Nuovo oltraggio alla chiesetta di San Giovanni, cappella sita poco dopo il cimitero, in via Beinasco, subito dopo il passaggio a livello: dopo le tre svastiche disegnate (due sulla facciata ed una sul lato sinistro) ed il cassonetto della raccolta rifiuti rovesciato a terra, all'imbrunire del 23 dicembre, stavolta è stato spaccato il contatore dell'energia elettrica targato Enel. 

 

Dal 2017, come ampiamente documentato nell'Eco in edicola da ieri, gli atti di vandalismo si sono ripetuti con frequenza disarmante. «In questi anni, abbiamo avuto, complessivamente, più di quattromila euro di danni ma non sappiamo ancora a chi dire grazie. Se minorenni, dovrebbero pagare le famiglie: mi auguro che Carabinieri e Polizia Municipale riescano a individuare gli autori di questi atti di teppismo contro un patrimonio civico e religioso che è gestito dal nostro gruppo Alpini locale ma che è dell'intera comunità nonese» ha dichiarato Erio Merino sulle colonne dell'Eco del Chisone, nel primo numero dell'anno.

 

Ora questo nuovo gesto ignobile: «Pare un atto di sfida, proprio contro il contenuto delle dichiarazioni riportate dal giornale. Certo che, così, non si può andare avanti: il ripetersi di questi episodi è una vergogna!» affermano amareggiati dalla sede dell'Ana locale.

Federico Rabbia
Foto Bussolino
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino