Da oggi ritorna la zona rossa: ecco le regole per spostamenti e incontri

Da oggi ritorna la zona rossa: ecco le regole per spostamenti e incontri
Giovedì 31 Dicembre 2020 - 08:23

Da oggi fino al 3 gennaio si ritorna in zona rossa, ecco le regole: 

 

Spostamenti vietati, anche nel proprio Comune di residenza

In questi giorni non sono consentiti spostamenti anche all'interno del Comune fatta eccezione per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità. L'attività motoria all'aperto è consentita solo se è svolta individualmente e in prossimità della propria abitazione. 

 

Le deroghe per gli incontri

Nei giorni festivi e prefestivi sarà possibile una sola volta al giorno spostarsi per fare visita a parenti e amici anche verso altri Comuni, solo ed esclusivamente all'interno della stessa regione. Il limite di orario consentito va dalle 5 del mattino fino alle 22 e massimo due persone. Consentito portare con sè figli minori di 14 anni (o altri minori su cui si esercita la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti con cui si convive.  

 

Chiusi bar e ristoranti, rimane l'asporto

Sarà permessa la consumazione all'interno di bar, locali e ristoranti dal 7 gennaio. Sarà possibile usufruire del servizio a domicilio (senza limiti di orario) o di asporto (entro le 22). Restano aperti gli autogrill lungo le autostrade e i bar in stazioni e aeroporti. 

 

Negozi: chi resterà aperto. 

Sono 35 le tipologie di attività a cui è permesso rimanere aperte durante i giorni di zona rossa. Tra queste le principali sono: parrucchieri e barberi, farmacie e parafarmacie, librerie, edicole, fiorai, negozi di giocattoli e abbigliamento sportivo, tabacchi, ferramenta, lavanderie e negozi per animali. Chiusi i centir commerciali tranne i reparti adibiti alla vendita di alimentari. Il 1° gennaio sarà invece tutto chiuso. 

 

Rimane sempre consentito lo spsostamento di un nucleo familiare convivente verso le seconde case, dalle 5 alle 22, all'interno della propria regione. Rimane anche sempre consentito viaggiare per fare rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione in cui ci si ritorva abitualmente con il proprio partner

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino