Lunedì 25 Gennaio 2021Ultimo aggiornamento: 24/01/2021 - 21:24

I maestri di sci manifestano in piazza Castello, Cirio promette un bonus di 2000 euro a testa

I maestri di sci manifestano in piazza Castello, Cirio promette un bonus di 2000 euro a testa
Lunedì 14 Dicembre 2020 - 19:00

Oltre 240 Maestri di Sci hanno manifestato questa mattina, lunedì 14 dicembre, in Piazza Castello a Torino equipaggiati di tutto punto, «per rivendicare il loro diritto a lavorare» come spiegano gli organizzatori dell'A.M.S.A.O. (Associazione Maestri di Sci Alpi Occidentali) che ha promosso la manifestazione con il patrocino del Collegio Regionale Maestri di Sci del Piemonte, che rappresenta i 3000 maestri e le circa 90 scuole sparse su tutto il territorio piemontese e ligure.

 

Indossando le divise delle varie scuole, sci, racchette e scarponi, hanno richiamato l'attenzione su una realtà che crea occupazione, insieme ad altri comparti ed operatori turistici, e fa da volano all'indotto legato all'industria della neve. Il presidente della giunta della Regione Piemonte, Alberto Cirio (a destra nella foto) è sceso in piazza, assieme all'Assessore allo Sport Fabrizio Ricca, per assicurare interventi rapidi per la categoria da parte della Regione in attesa che anche il Governo faccia la sua parte. 

 

«Cirio ha anticipato direttamente a me - riferisce il presidente l'A.M.S.A.O. Gianni Poncet, sindaco di Sestriere, a sinistra nella foto - che la Regione erogherà duemila euro per ogni maestro di Sci, come bonus per i mancati incassi delle vacanze di Natale». 

 

Sono 3000 in Piemonte in Maestri di Sci iscritti all’albo. La misura della Regione prevede un bonus fino a 2000 euro per i circa 1500 impegnati nella professione a tempo pieno, ma anche un ristoro per chi la esercita in modo saltuario.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino