Sabato 28 Novembre 2020Ultimo aggiornamento: 27/11/2020 - 22:13

Ostana, si cerca un gestore per il centro benessere

Ostana, si cerca un gestore per il centro benessere
Lunedì 6 Luglio 2020 - 17:08

OSTANA - Scade domani, martedì 7 luglio, il bando per la gestione di alcuni edifici e servizi pubblici di Ostana, tra cui il centro benessere e il centro wellness Mizoun de La Villo. Per il paese di tratta di un grande piano che cerca una gestione unitaria per molte delle sue infrastrutture turistiche. Del pacchetto fanno parte, oltre a centro benessere e centro wellness, anche il museo civico etnografico e il centro polifunzionale con annessi il bar e la foresteria. 

 

 

In particolare i centri wellness e benessere sono due strutture separate ma vicine, nel centro cittadino. In quella più a monte, nei locali sotto la panetteria, ci sono una palestra di roccia, un locale massaggi, un terrazzo pensato come solarium, una piscina idromassaggio, sauna e bagno turco. In quello più a valle un ambulatorio medico e una sala per trattamenti sanitari legati al massaggio. Un sistema ambizioso che ad aprile è stato selezionato tra i finalisti del concorso internazionale di architettura Constructive Alps.

 

 

La convenzione verrà stipulata per sei anni. Inizialmente il canone sarà di 205 euro al mese perché i centri wellness e benessere non hanno ancora ricevuto il certificato di agibilità, poi verrà alzato a 370 euro (oneri esclusi). 

 

 

Il bando è stato pubblicato il 25 giugno con scadenza il 7 luglio. Per partecipare alla gara è obbligatorio presentare un piano economico (business plan) ed è necessario dimostrare esperienza negli ambiti della gestione di strutture pubbliche, sociali, museali, per il benessere, lo sport indoor, il wellness, e nel campo della ristorazione.

 

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino