Mercoledì 12 Agosto 2020Ultimo aggiornamento: 11/08/2020 - 21:14

In Consiglio regionale un emendamento per includere nel bonus anche i negozi legati agli sport della neve

In Consiglio regionale un emendamento per includere nel bonus anche i negozi legati agli sport della neve
Mercoledì 27 Maggio 2020 - 14:48

Questa sera in Consiglio regionale sarà discusso un emendamento al "RipartiPiemonte" per includere nei codici Ateco che possono accedere al Bonus Piemonte anche i negozi di articoli sportivi, una delle categorie per le quali i consiglieri comunali di Sestriere Andrea Colarelli e Alberto Paleardi avevano chiesto l'inserimento al presidente Cirio e all'assessore Tronzano.

 

Ne abbiamo dato notizia sull'Eco del Chisone in edicola oggi. «Un grande risultato» commenta Colarelli, che però aveva chiesto anche l'inserimento dei noleggi di sci e dei maestri di sci. Queste categorie, però, al momento restano escluse dal maxi emendamento di 15milioni destinato a 10.000 attività con Bonus da 1.500 euro ciascuna. «Siamo stati informati che sono allo studio ulteriori provvedimenti regionali che cercheranno di comprendere anche i negozi di noleggi sci e soprattutto la categoria dei maestri di sci ancora non inclusi sui quali avevamo posto l’attenzione» aggiunge il consigliere.

 

Le attività commerciali legate al turismo della neve, i noleggi e i maestri hanno chiuso di fatto il 9 marzo perdendo oltre 50 giorni di lavoro su circa 120, hanno calcolato i due consiglieri: «Equivale ad una perdita economica di circa il 40% dell’incasso annuo». Primo firmatario dell'emendamento è il consigliere regionale Paolo Bongioanni.

 

«È con grande soddisfazione - aggiunge Colarelli - che la nostra richiesta di integrazione dei contributi regionali per le attività commerciali dell’alta valle colpite dalla chiusura per covid19 è stata velocemente presa in considerazione dall’amministrazione regionale, accogliendo da subito una delle nostre specifiche richieste che prevedeva l’estensione del contributo ai “negozi di articoli sportivi” prima esclusi (molto numerosi a sestriere e nell’alta valle) con i codici ATECO 47.64 -  47.64.1  -  47.64.10. Ringraziamo il Presidente Cirio e gli Assessori Tronzano e Poggio per l’attenzione che hanno dimostrato alle richieste del nostro territorio ed al consigliere Bongioanni primo firmatario dell’emendamento approvato oggi che ha reso definitivo il provvedimento».

 

Nella foto, una delle ultime immagini sulla neve di Sestriere prima del lockdown.

 

l.p.
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino