Sabato 4 Luglio 2020Ultimo aggiornamento 12:30

Vinovo: niente messe aperte al pubblico

Vinovo: niente messe aperte al pubblico
Domenica 17 Maggio 2020 - 12:53

Vinovo non avrà le messe aperte al popolo, ho informato il vescovo e non mi interessa se siete in accordo o non con la mia decisione. Il decreto del ministero consente non obbliga, questa volta la mia coscienza obbliga e non consente. E' per il bene che vi voglio e il desiderio di proteggervi". Da inizio crisi don Enrico Perucca scrive settimanalmente lettere ai parrocchiani, nell'ultima ha annunciato la sua scelta, sintetizziamo le sue parole "non sono mai stato un "bastian-contrario " soprattutto nella Chiesa preferendo la flessibilità alla rigidità, ma stavolta la posta in gioco è troppo alta, resto inamovibile. Sono io che compilo gli atti di morte davanti ai parenti piangenti".
Accenna alla riapertura a giugno, nella lettera che intitola "un caso di coscienza" non nasconde sorpresa per una fase due iniziata forse senza troppa coscienza di un problema-virus non scomparso e che resta una malattia grave. La parola coscienza viene usata spesso anche quando accenna ad inizio periodo per spiegare che la comprensione di quanto stava accadendo , la coscienza dei fatti che si sono succeduti è arrivata a cose fatte cogliendoci impreparati. E ancora il parroco : "Ora speriamo che il virus metta coscienza, almeno lui". E chiude con p.s. "so che negozi e piazze a volte sono affollati, ma mio papà mi diceva: se uno si butta dalla finestra lo fai anche tu?"

Claudio Tartaglino
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino