Venerdì 18 Settembre 2020Ultimo aggiornamento 15:16

Previsioni 7-9 febbraio: si ritorna alla stasi meteorologica

Previsioni 7-9 febbraio: si ritorna alla stasi meteorologica
Venerdì 7 Febbraio 2020 - 15:38

Dopo una prima parte della settimana turbolenta e piuttosto particolare, in cui si sono succeduti due distinti ma contigui episodi di Foehn (il primo lunedì originato da una massa d’aria di origine africana, il secondo tra martedì e mercoledì originato da una massa d’aria ben più fredda di origine nord-atlantica), il secondo weekend di febbraio sarà caratterizzato dal ritorno a condizioni di tempo stabile, spesso soleggiato e con ventilazione al più debole anche in quota.

L’afflusso freddo di martedì/mercoledì, sebbene abbia colpito in modo più diretto il centro-sud d’Italia, ha in ogni caso riportato un clima più consono al periodo nel pinerolese, con valori termici che in pianura sono tornati negativi in quelli minimi e non superiori ai 10 °C in quelli massimi. Già nella giornata odierna in quota le temperature sono tornate a salire leggermente, a causa della cessazione della ventilazione fredda da nord e la contemporanea parziale espansione verso l’Italia dell’anticiclone delle Azzorre, che sarà appunto causa anche della stasi meteorologica dei prossimi 2-3 giorni.

Pertanto il tempo da qui a domenica sarà caratterizzato da cielo per lo più poco nuvoloso, ad eccezione di un temporaneo ed effimero aumento delle nubi nel corso di domani per il passaggio di una modestissima perturbazione atlantica (senza alcuna probabilità di precipitazioni). Solo dal pomeriggio-sera di domenica la nuvolosità tenderà ad aumentare in modo più consistente, per il richiamo di aria più umida da sud nei medio-bassi strati e contemporaneamente per il passaggio di nubi alte in quota con direttrice W-NW /E-SE (prodromo di un probabile nuovo evento di Foehn molto mite tra lunedì e martedì). La ventilazione risulterà generalmente debole fino a domenica pomeriggio

Dal punto di vista delle temperature, sia oggi che domani e domenica in pianura si passerà da valori minimi intorno agli 0 °C a valori massimi intorno ai 10 °C (forse leggermente inferiori domani per la presenza di qualche nube in più). In quota a 2000 metri le temperature minime si attesteranno a qualche grado inferiore agli 0 °C, mentre le massime dovrebbero riuscire a toccare i 5 °C.

L’assenza totale di fenomeni nel pinerolese, sia in montagna che in pianura, per l’intera durata del weekend è ben evidenziata nella cartina sottostante, mostrante le precipitazioni cumulate previste entro la mezzanotte di lunedì:

Articolo a cura di Meteo Pinerolo

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino