Sabato 7 Dicembre 2019Ultimo aggiornamento 13:07

Uno sguardo al medio-lungo termine: primi assaggi estivi ma non troppo duraturi (ed intensi)!

Uno sguardo al medio-lungo termine: primi assaggi estivi ma non troppo duraturi (ed intensi)!
Giovedì 6 Giugno 2019 - 16:17

Da pochi giorni è iniziata l’estate meteorologica (1° giugno) ed abbiamo già sperimentato un primo assaggio di caldo estivo, con valori termici che localmente hanno toccato i 30 °C tra domenica e martedì. Caldo moderato e normale in questo periodo, garantito da una temporanea espansione dell’anticiclone delle Azzorre verso l’Europa centro-occidentale.

Ora stiamo assistendo ad una nuova incursione di aria fresca atlantica che ha riportato le temperature su valori più vicine alla media del periodo, al prezzo di qualche temporale anche di forte intensità. L’anticiclone delle Azzorre si è rapidamente defilato in pieno oceano Atlantico, lasciando spazio ad una estesa area depressionaria di estendersi sull’Europa occidentale. Il continuo afflusso di aria fresca atlantica fin verso le coste marocchine, che persisterà fino al prossimo weekend, favorirà la prima rimonta anticiclonica di stampo africano della stagione verso buona parte d’Italia, i Balcani e parte dell’Europa orientale; l’anticiclone inizierà la sua espansione verso nord nella giornata di domani, raggiungendo il massimo della sua potenza tra domenica e lunedì.

Le nostre zone rimarranno in una sorta di limbo tra la saccatura depressionaria sull’Europa occidentale e l’anticiclone africano più ad est, con la conseguenza che nel corso del weekend aumenterà nuovamente il caldo ma senza raggiungere i picchi dei giorni scorsi (si dovrebbe restare sotto i 30 °C ovunque); di contro esso sarà accompagnato da un maggior tasso di umidità, quindi la nostra percezione di calore dovrebbe essere circa pari a quella di lunedì e martedì.

L’infiltrazione a tratti di aria instabile e più fresca in quota, unita al forte riscaldamento dei bassi strati nelle ore diurne, renderà altamente probabile la formazione di rovesci o temporali pomeridiano-serali nel pinerolese praticamente tutti i giorni fino a lunedì. La giornata meno a rischio dovrebbe essere quella di sabato, mentre da domenica sera l’instabilità si farà via via più accentuata, per il progressivo indebolimento dell’anticiclone africano ed il contemporaneo avvicinarsi da ovest della saccatura depressionaria.

Essa probabilmente riporterà fresco e temporali diffusi da martedì a giovedì prossimo nelle nostre zone, mentre nei giorni seguenti c’è ancora incertezza tra il proseguimento del periodo fresco ed il ritorno del caldo su tutta l’Italia. La sensazione è che i tempi non siano ancora maturi per una netta ed incontrastata affermazione dell’estate nelle nostre zone, con le prime modeste e poco durature ondate di caldo facilmente interrotte da incursioni di aria più fresca. Nulla di così strano per il mese di giugno, anzi… Per il solleone estivo c’è ancora tempo ed i ghiacciai alpini ringraziano per non essere subito messi sotto stress. La cartina sottostante mostra le possibili evoluzioni del tempo previste nei prossimi 7-10 giorni, riassumendo ciò che è stato detto fin qui:

Articolo a cura di Meteo Pinerolo