Venerdì 22 Novembre 2019Ultimo aggiornamento 15:53

Cavour: questa sera il concerto "In Cerca di Radici"

Cavour: questa sera il concerto "In Cerca di Radici"
Sabato 25 Maggio 2019 - 13:20

Questa sera alle 21 nella parrocchia S. Lorenzo di Cavour, l'organo torna a suonare. Ospite d'eccezione sarà il soprano italo-argentino Natalia Bocco che a Cavour ha ritrovato le sue "radici". Sarà proprio la storia degli italiani nel Mondo il filo conduttore del concerto (intitolato "In Cerca di Radici") con una scelta di brani per un repertorio ricco e articolato. All’organo, i musicisti dell’Accademia Organistica Pinerolese Gianni Alberico, Fulvio Gouthier, Andrea Mourglia, Manuel Rolfo, con la partecipazione del Coro d’la Roca diretto dal maestro Simone Bertone.
Dal 2017, numerose associazioni cavouresi e alcuni sponsor si prendono cura del prezioso organo del 1874, restaurato di recente. Quello di questa sera, sabato 25, è il quarto concerto che viene proposto grazie al loro contributo, organizzato dal gruppo Organicamente in collaborazione con la parrocchia e con il patrocinio del Comune. L’appuntamento è organizzato dall’associazione Donne Insieme in collaborazione con l’Anno Mille e il patrocinio del Comune di Cavour.Ingresso ad offerta libera. Il ricavato sarà destinato al gruppo Caritativo Parrocchiale che si occupa delle situazioni di povertà sul territorio.
Sul prossimo numero de l’Eco in edicola mercoledì, un’ampia intervista alla soprano Natalia Bocco, 37 anni, nata nella Provincia di Santa Fè e discendente dalla famiglia italiana di Filippo Francesco Bocco, nato a Cavour nel 1874 ed emigrato in Argentina a fine Ottocento. L’abbiamo incontrata tra le vie e le piazze ai piedi della Rocca sabato mattina, intenta a visitare i luoghi cari al bisnonno, accompagnata da Giancarlo Cangialosi e da Maria Grazia Turina del gruppo Ricerca Storica della Pro Cavour.