Domenica 18 Agosto 2019Ultimo aggiornamento 9:15

Previsioni 21-24 gennaio: altra occasione per la neve in pianura!

Previsioni 21-24 gennaio: altra occasione per la neve in pianura!
Lunedì 21 Gennaio 2019 - 15:52

Dopo aver trascorso un lungo periodo secco e spesso soleggiato, grazie alla costante presenza di un’area di alta pressione tra l’Europa occidentale ed il vicino Atlantico, ora l’inverno prova a far sentire maggiormente i suoi effetti anche nelle nostre zone.
E’ già in atto da qualche giorno un afflusso di aria fredda da est in Valpadana, proveniente dall’Europa orientale e richiamata da un’area di bassa pressione sul centro-sud d’Italia, che ha fatto calare sensibilmente le temperature in media-alta quota (valori sottozero per l’intera giornata sopra i 1500 metri nonostante il sole).
Nelle zone di pianura il calo termico è risultato più ridotto, soprattutto riguardo le temperature minime, a causa della scomparsa delle inversioni termiche che avevano mantenuto bassi i valori rispetto alle quote più elevate.

La giornata odierna sarà caratterizzata da cielo sereno o poco nuvoloso dappertutto, accompagnato da valori termici massimi poco superiori ai 5 °C in pianura ed inferiori a 0 °C sopra i 1500 metri di quota. Possibili banchi di nebbia isolati nel corso della serata, soprattutto nelle zone di pianura lungo il corso del Po.

La giornata di domani sarà ancora caratterizzata in gran parte da cielo sereno o poco nuvoloso, ad eccezione di locali nebbie in pianura che si dissolveranno nel corso della mattinata. Aumento della nuvolosità in serata a partire dai monti, per l’approssimarsi delle prime nubi che anticiperanno il peggioramento di mercoledì, ma senza precipitazioni associate.
Le temperature minime saranno stazionarie od in lieve ulteriore calo, con valori fino a -4/-5 °C in pianura ed inferiori a -10 °C oltre i 2000 metri; anche le massime sono previste stazionarie od in lieve calo, con valori intorno ai 5 °C in pianura e sottozero a quote superiori ai 1500 metri.
La cartina sottostante mostra le temperature previste dal modello a scala locale per domattina presto, probabilmente un po’ sovrastimate nelle zone di pianura (come detto prima si potranno toccare anche i -5°C):

La giornata di mercoledì vedrà un peggioramento del tempo per l’arrivo di un nucleo depressionario in quota dalla Groenlandia, colmo quindi di aria piuttosto fredda, che favorirà la formazione di un vortice sviluppato anche al suolo tra il mar Ligure e la Costa Azzurra, in veloce spostamento verso la Sardegna.

Sarà proprio la velocità di spostamento verso sud del vortice depressionario a negare probabilmente precipitazioni degne di nota sulle nostre zone, dove esse (comunque nevose fino in pianura) dovrebbero risultare per lo più deboli e capaci di scaricare al suolo non più di 5 cm di neve fresca in pianura e qualcosa in più sui monti (fino a 15-20 cm) entro giovedì mattina, quando il tempo tenderà gradualmente a migliorare.
Tuttavia c’è ancora un po’ di incertezza sull’evoluzione del vortice, dove basterebbe un suo rallentamento e quindi una maggiore permanenza sul mar Ligure per avere maggiori fenomeni sul pinerolese tra il pomeriggio e la serata di mercoledì. Più certo invece è lo spostamento di tale vortice su una posizione non più favorevole alle precipitazioni nella notte su giovedì, pertanto comunque vada ci si aspetta un miglioramento al più tardi per giovedì mattina.
Le temperature resteranno per tutta la giornata intorno agli 0 °C in pianura, con minime fino a -1/-2 °C e massime fino a 2/3 °C.

Giornata di giovedì che quindi vedrà probabilmente della nuvolosità residua, a tratti compatta, fino al primo pomeriggio per poi lasciare gradualmente spazio alle schiarite. Residue precipitazioni sparse a carattere nevoso sui rilievi, soprattutto verso il cuneese.

Evoluzione di mercoledì e giovedì che necessiterà di ulteriori aggiornamenti viste le incertezze dei modelli!

Articolo a cura di Meteo Pinerolo