Mercoledì 23 Settembre 2020Ultimo aggiornamento 10:00

Emergenza incendi: leggero miglioramento, ma c'è l'incognita vento

Emergenza incendi: leggero miglioramento, ma c'è l'incognita vento
Venerdì 27 Ottobre 2017 - 13:08

«Questa è una giornata molto importante - spiega Paolo Maritano, coordinatore Aib, che abbiamo raggiunto a Tavernette, poco sotto l'incendio che ancora sta minacciando l'area -. Ci siamo posizionati qui perché c'è un idrante da cui riempire le vasche per l'elicottero, che tra poco potrà alzarsi per venire in aiuto ai mezzi da terra». In questo momento a Cumiana si respira meglio: mentre alla Croce Verde stanno arrivando bancali interi di acqua e viveri donati dalla popolazione, privati e negozi, le squadre Aib e i Vigili del Fuoco stanno presidiando i tre focolai ancora attivi. «È tutto sotto controllo, speriamo che il mezzo aereo ci aiuti a dare una svolta alle operazioni di spegnimento», aggiunge Carlo Carello, responsabile Aib di Cumiana.

Intanto, a Cantalupa è passato il Canadair. Questa notte gli abitanti di via Scrivanda si sono visti il fuoco in avvicinamento, ma grazie agli operatori e ai volontari, il pericolo è stato scongiurato. Lo stesso è accaduto al Rifugio Melano Casa Canada, dove si chiede di non avventurarsi nella zona per alcun motivo e di non telefonare ai gestori per evitare di intralciare le operazioni di bonifica e prevenzione.

In questa situazione di leggero miglioramento, l'incognita vento, previsto per questo pomeriggio, continua ad aleggiare nei centri operativi.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino