Sabato 30 Maggio 2020Ultimo aggiornamento: 29/05/2020 - 18:10

Scuole pinerolesi: i nomi di tutti i presidi reggenti in carica da oggi

Scuole pinerolesi: i nomi di tutti i presidi reggenti in carica da oggi
Giovedì 1 Settembre 2016 - 10:16

Nel pomeriggio di ieri sono state ufficializzate le nomine, da parte dell'Ufficio scolastico regionale, dei presidi reggenti negli istituti delll'area di distribuzione de "L'eco del Chisone" ancora privi di dirigenti. Prendono servizio oggi, 1° settembre, e resteranno in carica fino al 31 agosto 2017. Durante questo anno si occuperanno della loro scuola di titolarità e di quella affidata loro, appunto, in reggenza. Ecco i loro nomi. Dell'istituto superiore "Prever" di Pinerolo si occuperà Roberta Martino (titolare al Comprensivo Pinerolo II); al comprensivo Sanfront-Paesana va Leda Zocchi (S. M. "Rosa Bianca" di Saluzzo); ad Airasca, Luca Gambellini (I. C. None); Beinasco-Borgaretto, Rosa Maria Maspoli ("Gramsci" di Beinasco); Bruino, Barbara Saletti (Druento); Candiolo, Claudia Torta (Colombatto di Torino); Cavour, Manuela Buosi (Pinerolo V, di Cumiana); Luserna S.G., Danilo Chiabrando ("Buniva" di Pinerolo); Orbassano I, Bruna Marocco (D. D." Marconi" di Collegno); Perosa Argentina, Loredana Grabbi ("Porro" di Pinerolo); a Pinerolo IV, Norma Crosetti (Pinerolo I, Pinerolo); a Piossasco II, Roberta Saccinto, ("Levi" di Rivoli); Tetti Francesi di Rivalta, Maurizio Giacone (Rivalta); Torre Pellice, Roberto Beccaria ("Caffaro" di Bricherasio); Trana, Claudia Rolando (Coazze, Giaveno); Vigone, Lorenzo Maria Varaldo (D. D. "Aleramo" di Torino); Villar Perosa, Piero Ercole Bottiroli (Barge) e a Vinovo Massimo Perotti (Chieri III). Nella foto di Bruno Allaix, l'Istituto De Amicis di Luserna dove, tra famiglie, insegnanti, personale Ata e l'ex-preside, Patrizia Revello, si erano create forti tensioni. La dirigente è in carica da oggi, come titolare, alla Direzione didattica di Saluzzo. 

 

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L’Eco del Chisone: con l’emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo i insieme ce la faremo.

Paola Molino

Sostieni L'Eco, abbonati