Martedì 20 Aprile 2021Ultimo aggiornamento 17:30

Hockey ghiaccio, dopo due tempi la Valpe conserva tre reti di vantaggio: 4-1 sul Valpusteria

Sabato 16 Gennaio 2016 - 22:15

Il Val Pusteria esce decisamente più aggressivo dagli spogliatoi e nei primi due minuti impegna Conway in più occasioni. La Valpe controlla senza correre grossi rischi e al primo contropiede passa ancora. Al 25.07 lancio illuminante per Beca che si trova a tu per tu con Riksman, gioco di prestigio e disco nel sacco per il 4-0. Kim Collins richiama Riksman in panchina. Al suo posto subentra Kosta.
Al 26.25 DeVergilio mette il disco fuori dalla pista e viene punito per ritardo del gioco. Il powerplay della Valpe gira bene ma non riesce ad incidere. Conway viene nuovamente chiamato in causa al 30° ma non si fa sorprendere.
La prima linea biancorossa questa sera pare trasformata: grande combinazione Beca-Della Rovere, disco per Petrov che trova il corpo di Kosta.
Al 31.36 primo powerplay per i pusteresi con Nicoletti in panca puniti. Passano solo 12 secondi e Kavanagh indovina il tiro nell'angolino alla destra di Conway. Ingaggio a centro pista e il Val Pusteria attacca ancora a testa bassa. Disco da sinistra verso destra e Conway chiude l'angolo in spaccata sulla conclusione al volo.
Al 32.42 due minuti al goalie biancorosso per spostamento volontario della porta. La porta era già parsa difettosa nel primo tempo con Riksman, e anche nel secondo tempo ha continuato a dare problemi.
La situazione si complica perché  Conway viene ancora punito per sgambetto (sconta Canale). La Valpe regge bene e ritorna in quattro. Ma la porta continua ad uscire dalla sede al minimo tocco. A due minuti dal termine occasione per Canzanello che, ben imbeccato da Schina, mette a lato. Manca poco più di un minuto quando Johnson viene punito per bastone alto. Lo segue poco dopo Schina (39.33) per un discusso colpo di bastone. Veementi le proteste della Valpe e di Barrasso, ma la difesa biancorossa regge in doppia inferiorità ed il tempo finisce sul 4-1.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino