Sabato 15 Agosto 2020Ultimo aggiornamento 22:35

ASL TO3: prelievi del sangue anche al sabato

ASL TO3: prelievi del sangue anche al sabato
Giovedì 19 Settembre 2013 - 18:48

Importante novità nell’ASL TO 3. Da sabato 28, i cittadini che si prenoteranno potranno effettuare il prelievo ematico per esami, e consegnare materiale biologico (urine, ecc) anche al sabato mattina. La differenza sta solamente nel luogo: il sabato mattina non si dovrà andare al centro prelievi di via Brigata Cagliari, bensì alla stanza n. 72 del poliambulatorio chirurgico, dalle 8,10 fino ad esaurimento di tutti i prelievi prenotati. Il ritiro, invece, seguirà la consueta strada, e potrà essere ritirato al Cup di via Fenestrelle.

Per accedere al servizio occorre però prenotarsi presso la segreteria del Laboratorio analisi dal lunedì al venerdì dalle 10,30 alle 11,30, recandosi personalmente o, telefonando al numero 0121 233.280, con invio successivo della richiesta del medico tramite fax al  numero 0121 233034, oppure tramite email all’indirizzo: [email protected].

Il progetto è stato voluto  dal direttore generale dell’ASL TO 3, Gaetano Cosenza, ed organizzato dal direttore del Laboratorio, Maria Rita Cavallo, in collaborazione con i vari Presidi coinvolti sanitari.

L’apertura al sabato mattina, all’Ospedale di Rivoli sarà attiva già da sabato 21. In questo caso, gli utenti possono prenotare il prelievo in qualsiasi giorno della settimana, e fino alle 12 del venerdì precedente l’esame, presso gli sportelli del Laboratorio analisi di Rivoli, sito al 3° piano, muniti di impegnativa medica, dalle ore 10 alle 15.

E’ anche allo studio da parte della Direzione generale dell’Azienda sanitaria l’apertura al pubblico il sabato mattina anche del Cup , il Centro Unificato di Prenotazioni.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino