Sabato 7 Dicembre 2019Ultimo aggiornamento 19:59

"Il paese inventato". Dietro le quinte della tavola rotonda di L'EM al Museo del Cuscinetto di Villar Perosa

Mercoledì 17 Luglio 2019 - 08:06
"Il paese inventato". Dietro le quinte della tavola rotonda di L'EM al Museo del Cuscinetto di Villar Perosa
Il villaggio Riv davanti all'entrata "Rotonda"

Inventato quasi dal nulla per la prima volta appena un secolo fa, oggi Villar Perosa deve già immaginare un nuovo futuro. Raro esempio di architettura razionalista, i suoi villaggi e gli edifici pubblici furono contruiti per le maestranze della fabbrica di cuscinetti, dove prima non c'era altro che un gruppo di borgate. Prima del 1906, anno di fondazione della Riv, gli unici edifici rilevanti erano la chiesa di San Pietro in Vincoli e "il castello", vale a dire Villa Agnelli.

 

Quell'epoca cambiò il volto della valle. Non solo per l'architettura, dominata dalla firma del Bonadè Bottino e dall'imposizione di una tipologia completamente nuova per il contesto, ma anche per l'organizzazione sociale ed economica degli abitanti. Oggi, in epoca di ridimensionamento drastico delle realtà industriali, ci sono persone e forze in campo impegnate nel domandarsi quale futuro possa essere costruito sulla base di questo passato, dai tratti anche gloriosi, sotto vari aspetti.

 

L'EM le ha radunate attorno alla sua Tavola rotonda, ospiti del Museo della Meccanica e del Cuscinetto della Skf. Pubblichiamo la rubrica con la sua ampia discussione sul numero di Luglio-Agosto 2019, in edicola da oggi, mercoledì 17 luglio, a firma di Luca Prot, con le fotografie di Marco Gallian. Qui trovi alcuni scatti che il fotografo ha fatto sul paese, e qualche inedito "dietro le quinte" dell'incontro-intervista, non pubblicato sul mensile.

Foto di Marco Gallian