Martedì 22 Settembre 2020Ultimo aggiornamento: 21/09/2020 - 20:27

Torino-Pinerolo: Candiolo dice no al raddoppio

Residenti in rivolta: «L'intervento è troppo invasivo per il nostro territorio»
Mercoledì 28 Dicembre 2011 - 00:00

CANDIOLO – Così tanta gente in sala consiliare non si era mai vista negli ultimi anni. Ma il progetto del raddoppio della linea ferroviaria Torino–Pinerolo ha toccato da vicino tantissimi cittadini. Tanto che mercoledì scorso l'aula era davvero gremita e gli amministratori sono andati a recuperare sedie in ogni ufficio per rendere possibile la partecipazione di tutti gli interessati al dibattito.
Tocca al sindaco Valter Molino aprire la serata e illustrare al pubblico la vicenda partendo dagli esordi. Sono infatti più di dieci anni che le Ferrovie dello Stato e la Regione Piemonte ammiccano a questo progetto. Ma mai si era arrivati ad un punto di tale nitidezza, con tanto di progetto scritto, disegni e planimetrie. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino