Giovedì 19 Settembre 2019Ultimo aggiornamento: 18/09/2019 - 18:05

«Su Ici la Chiesa non presti il fianco a critiche»

Lo dice il vescovo di Pinerolo, mons. Debernardi
Mercoledì 14 Dicembre 2011 - 00:00

Il vescovo di Pinerolo, Pier Giorgio Debernardi, interviene sul dibattito a proposito del pagamento dell'Ici per i beni appartenenti alla Chiesa cattolica. Come molti sapranno, la legge prevede l'esenzione dal pagamento del tributo per gli immobili di enti senza fine di lucro «destinati allo svolgimento di attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive». L'interpretazione della norma talvolta però è un po' troppo estensiva, e così può capitare che immobili che di fatto sono a uso commerciale non paghino l'Ici. Da più parti viene poi ritenuto ingiusto che gli immobili della Chiesa sarebbero esclusi dalla rivalutazione degli estimi. Per il vescovo di Pinerolo è doveroso che, nei casi in cui l'uso degli immobili non sia senza scopo di lucro, anche la Chiesa paghi come gli altri. (approfondimenti nell'edizione in edicola)