Per lo stop al progetto di Monte Oliveto chiesto risarcimento di oltre otto milioni

Dalle cooperative e imprese costruttrici, avrebbero guadagnato 4,7 milioni

Martedì 22 i consiglieri comunali si sono ritrovati in cartellina un documento «da far venire la pelle d'oca e che preoccupa assai», come hanno poi affermato alcuni di loro. Si trattava della perizia tecnica dell'ing. Sandro Casetta realizzata su mandato dei dieci soggetti, cooperative e imprese private, titolari del discusso intervento edilizio (Pec) in zona Cp/7, ovvero ai piedi della collina di Monte Oliveto. Perizia richiesta allo scopo di quantificare il danno subito dalle stesse a causa della mancata realizzazione dell'intervento. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino