Luserna S.G.: andrà nell'area industriale la centrale a biomasse?

VINOVO – «Non siamo contro le centrali a biomasse e tutte le possibili produzioni di energie alternative, siamo contro la loro proliferazione indiscriminata»: così Luciana La Prova, portavoce del Coordinamento regionale "No-biomasse", spiega il punto di vista dell’associazione a cui aderiscono spontaneamente comitati di tutte le province della Regione, impegnati contro l’insediamento delle centrali.
Nella serata svolta al castello Della Rovere con aula gremita, La Prova ha anche ribadito che l'obiettivo è quello di «confrontarsi con i vari partiti affinché stabiliscano a livello regionale precise e ferree linee guida sulla materia in oggetto. In Piemonte fra centrali autorizzate o con iter in corso, sono oltre 200 le richieste. Noi chiediamo alla politica un atto di coraggio affinché vengano realizzate con i criteri che verranno stabiliti. Altrimenti il rischio è avere le regole e le linee guida quando lo sfacelo è ormai compiuto». (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino