Venerdì 5 Marzo 2021Ultimo aggiornamento 18:15

Le iniziative

Martedì 8 Marzo 2011 - 16:34

Prorogata la mostra sul "Re galantuomo"
La mostra "Vittorio Emanuele II. Il re galantuomo" allestita a Palazzo reale di Torino e nel castello di Racconigi (Cn) è stata prorogata, visto il successo di critica e di pubblico, al 10 maggio.

Anche i Carabinieri a Torino per l'adunata 2011
Carabinieri da tutta Italia a Torino per il loro raduno nazionale. Si sta individuando la data per inserire la loro manifestazione in una Torino dove non è più disponibile una domenica libera in piazza S. Carlo. Denso il quadro dei raduni: Granatieri (15-17 aprile), Alpini (6-8 maggio in contemporanea con la partenza del Giro d'Italia e forse le elezioni comunali), Cavalleria (20-22 maggio), Aeronautica (10-12 giugno), Bersaglieri (15-19 giugno), Vigili del fuoco (10-11 settembre). L'Arma dei Carabinieri è stata istituita a Torino nel 1814 da Vittorio Emanuele I.

Torino dall'alto in mongolfiera
Nel periodo di Italia 150 al Balon, la zona dell'Arsenale della pace in Borgo Dora, sarà ancorata una mongolfiera a elio che potrà salire a 150 metri d'altezza e trasportare una trentina di persone alla volta. L'iniziativa è del Comune di Torino ed è finanziata dalla Regione con 700mila euro. La salita in mongolfiera si potrà effettuare dal prossimo giugno. Al parco del Valentino sarà invece allestita una gigantesca ruota panoramica.

"Sigilli d'Italia" in mostra
È aperta fino al 16 aprile all'Archivio di Stato di Torino, piazza Castello 209, la mostra sui sigilli d'Italia "Tra il dire e il fare. Unità d'Italia e unificazione europea" la mostra espone mappe, bandiere, lettere e decreti e quei documenti che ripercorrono le tappe cruciali del processo risorgimentale. Due i pezzi rarissimi: l'originale dello Statuto albertino del 1848 e l'editto datato 17 marzo 1861 con il quale Vittorio Emanuele II assumeva per sé e i suoi successori il titolo di re d'Italia.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino