Sabato 31 Ottobre 2020Ultimo aggiornamento 12:43

Comunisti scomparsi

Nel 2010 a Nichelino
Martedì 4 Gennaio 2011 - 15:52

NICHELINO - I comunisti non abitano più nella ex-Stalingrado della cintura. Il 2010 è stato l'anno della loro scomparsa dal Consiglio comunale. E nella piazza dedicata al sindacalista della Cgil Giuseppe Di Vittorio non ci sono più la falce e il martello che il sindaco comunista Elio Marchiaro volle si intravedessero sulla pavimentazione. Il consigliere Brandolini ha lasciato la Federazione della sinistra (Rifondazione e Comunisti italiani) per approdare nel Gruppo misto e l'assessore di Rifondazione Marando è stato indirettamente dimissionato dal sindaco. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino