Martedì 22 Settembre 2020Ultimo aggiornamento 21:00

Vinovo: fenomeni strani nel castello della Rovere: c'è un fantasma?

Lunedì 6 Dicembre 2010 - 17:31

VINOVO – «Non voglio cedere a suggestioni. Ma per certi episodi non ci sono spiegazioni razionali. Cose che accadono in orari diversi della giornata»: Giuliano Gelli è il custode del maniero rinascimentale Della Rovere. Da due anni abita nell'alloggio ricavato all'interno del castello di piazza Rey.
Una storia che racconta sorridendo, anzi con una (giusta) remora: «Mi sa che mi prenderanno per matto».
Ma l'uomo è sanissimo di mente, considerato che Gelli in un precedente lavoro era impegnato a fare il custode del cimitero, occupandosi anche di esumazioni e rimozione salme. Quindi non esattamente una persona facilmente suggestionabile. Ed infatti continua a fare il suo mestiere, pur ammettendo che «in certe situazioni ho inconsciamente un atteggiamento diverso, più guardingo».  (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino