Mercoledì 23 Settembre 2020Ultimo aggiornamento 18:50

Ciclismo: due juniores in fuga prima Mosca poi Marengo

Martedì 21 Settembre 2010 - 16:37

Incredibile, ma vero. Imitando l'abituale compagno di allenamento e di squadra Jacopo Mosca, vincitore sette giorni prima, Umberto Marengo è stato autore di un successo fotocopia del quale in casa Ucab Biella sembrano essere in grado di depositare addirittura il brevetto. In effetti, per la terza domenica di fila, una gara Juniores si conclude con un corridore pinerolese di maglia biellese protagonista di una fuga a due, assieme al "solito" Romano Licheri: il novarese è giunto ancora al posto d'onore, bissando il piazzamento e la condotta di gara attuata nella classicissima Coppa Cavallari vinta da Mosca, che aveva aiutato il portacolori della sua stessa società a vincere in quel di Pombia. Ad un chilometro dal traguardo di Visano, in provincia di Brescia, Umberto e Romano si sono guardati. Ai due il titolo di coppia vincente non lo toglieva nessuno, poi c'era da designare un singolo per il primo posto, senza volata. E per il talentuoso passista di Roletto è arrivato il secondo sigillo stagionale, dopo la conquista del titolo regionale. Fare centro in Lombardia, oltretutto beffando le squadre dei velocisti che avevano messo nel mirino una gara senza grandi asperità, è sinonimo di mezzi non comuni non solo dal punto di vista tecnico. Un'ottima premessa in vista del passaggio di Marengo tra i dilettanti, nel 2011. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino