Inceneritore: la Regione taglia 800mila per le compensazioni

TORINO - Nell'ambito della "Campagna per il risparmio" condotta dalla nuova Giunta regionale di centrodestra sono stati tagliati 800.000 euro già stanziati nel 2008 per le cosiddette opere compensative da realizzare nei Comuni il cui territorio confina o è vicinissimo all'area dell'impianto del Gerbido di Torino, ad un tiro di schioppo dalla frazione Fornaci di Beinasco.
La Regione, probabilmente solo per il Bilancio 2010, ha detratto 800.000 euro. Le opere di compensazione ambientale per un totale di 10.055.750 euro (Torino esclusa) dovranno essere realizzate nei Comuni di Beinasco, Grugliasco, Orbassano, Rivalta e Rivoli e nella Città di Torino. Trm, la società per il Trattamento dei rifiuti metropolitani, che costruisce e gestirà l'inceneritore, s'è accollata i due terzi della spese per queste opere, la Regione (Giunta Bresso) aveva sottoscritto un impegno per un terzo della spesa, ovvero 3.351.916 euro. Da questa cifra Cota ha tolto «provvisoriamente» 800.000 euro.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.
Paola Molino