Lunedì 19 Aprile 2021Ultimo aggiornamento: 17/04/2021 - 23:35

PINEROLO: PRODUCI COMPOST? SCONTO SULLA TARSU

In Consiglio comunale propone bonus a chi s'impegna nel compostaggio
Lunedì 26 Aprile 2010 - 12:35
Incentivi anche per le aziende - Covato: «Un anno di sperimentazione»

Mentre è in pieno svolgimento la campagna "Umido a regola d'arte" messa in atto dal Consorzio e dall'azienda Acea per migliorare la qualità della raccolta differenziata, l'Amministrazione di Pinerolo parte con una propria iniziativa. Il sindaco porterà questa settimana in Consiglio comunale una proposta di modifica al regolamento per la raccolta rifiuti. L'attenzione ancora una volta è puntata sulla componente umida dei rifiuti, quella più pesante, che rappresenta circa il 30 per cento di quanto portato in discarica. «L'Amministrazione - spiega il sindaco - punta a diminuire questa percentuale incentivando i cittadini a trattare in proprio l'umido attraverso l'uso della compostiera, ovvero trasformandolo in concime». Naturalmente l'iniziativa riguarda chi dispone di un giardino o comunque di uno spazio adatto.

La proposta è quella di abbattere del 10 per cento la tariffa a coloro che accetteranno di effettuare il compostaggio.

L'altro aspetto della modifica al regolamento riguarda le aziende. In questo caso lo sconto arriverebbe al 20 per cento nel caso in cui il soggetto dimostri di smaltire in proprio i rifiuti prodotti nella propria attività. È il caso del falegname che abbia modo di bruciare i residui di legno. «In questo caso ci piacerebbe poter arrivare a non far pagare del tutto lo smaltimento alle aziende - conclude il sindaco -. Ci siamo dati un anno di tempo per vedere gli effetti di questa iniziativa sul bilancio e per studiare i sistemi di controllo sulla reale adesione degli utenti all'iniziativa, e quindi meritevoli degli sconti previsti».

Nelle prossime settimane tramite l'Acea verranno distribuite compostiere agli interessati.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino