Giovedì 15 Aprile 2021Ultimo aggiornamento 12:41

Crisi in Val Chisone interviene il SanPaolo

La Fondazione stanzia 260.000 euro
Venerdì 12 Marzo 2010 - 11:55

Una buona nuova in un mare di brutte notizie per il mondo del lavoro in Val Chisone. Mentre peggiora la già grave situazione dell'ex-Manifattura di Perosa (in questi giorni il sindaco del piccolo Comune ha lanciato l'ennesimo allarme su una possibile chiusura del sito produttivo) e si seguono con apprensione le vicende della Sachs di Villar Perosa, lunedì si è avuta notizia della decisione della Fondazione SanPaolo di destinare 260.000 euro per azioni di ricollocazione di lavoratori in Val Chisone. L'iniziativa presa in accordo con Provincia, Regione, Comunità montana e sindacati Cisl e Cgil prevede un intervento diretto in primo luogo ai lavoratori licenziati dalla ex-Stabilus di Villar Perosa, ma è prevista l'estensione ad altri lavoratori in difficoltà della valle.

di Maranetto e Lussana
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino