La comunità cinese dona al Piemonte grande quantità di materiale di protezione dal coronavirus

La comunità cinese dona al Piemonte grande quantità di materiale di protezione dal coronavirus
Sabato 29 Febbraio 2020 - 23:16

L'Associazione Nuova Generazione italo cinese, che si occupa della promozione della cultura cinese e degli scambi con la cultura italiana, a nome dell’Associazione Wenzhounesi Uniti nel mondo e Giovani Wenzhounesi (originari di Wenzhou città da dove giunge la maggior parte degli immigrati cinesi, situata nella parte sud-orientale della provincia dello Zhejiang), ha donato e consegnato all'Unità di Crisi della Regione Piemonte una quantità consistente di materiale di protezione dal coronavirus: 6.000 guanti monouso, 1.900 mascherine 3M, 660 occhiali protettivi e 30 tute monouso. "Felici di aiutare. Siamo italiani, siamo cinesi. Siamo sotto lo stesso cielo", c'è scritto a commento della donazione nella pagina Facebook dell'Associazione Angi Italia -Wenzhou per l'Italia.

In corrispondenza con la consegna del materiale, avvenuta ieri, venerdì 28 febbraio, alla Centrale operativa 118 di Grugliasco, l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi,  ha espresso la riconoscenza della Regione Piemonte e dell’Unità di crisi ai wenzhounesi in Italia e nel mondo per il loro importante e significativo aiuto all’Italia e al Piemonte in questo particolare momento di emergenza sanitaria.

In particolare, sono stati ringraziati la Fondazione Zhi Ai di Zhejiang e una donatrice wenzhounese di cognome Lu.

Si tratta, è stato annunciato, di un primo lotto, al quale seguiranno altre donazioni delle stesse associazioni, anche per altre regioni italiane in difficoltà.

L’assessore Icardi, ha inoltre ribadito il plauso alla comunità cinese in Piemonte per il senso di responsabilità e collaborazione manifestato in questi giorni attraverso la quarantena spontanea messa in atto dai propri cittadini residenti sul territorio piemontese.

 

 

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino