Martedì 26 Maggio 2020Ultimo aggiornamento 12:40

Mercoledì 5 febbraio, in edicola con L'Eco, il primo EXTRA per i nostri lettori

Mercoledì 5 febbraio, in edicola con L'Eco, il primo EXTRA per i nostri lettori
Martedì 4 Febbraio 2020 - 18:00

Non sono finite le novità che la Cooperativa Cultura e Comunicazioni Sociali ha in serbo per i suoi lettori. Dopo l'introduzione del nuovo formato Berliner per lo storico settimanale L'Eco del Chisone, con una grafica completamente rinnovata, è ora la volta del mensile. Dopo oltre trent'anni di vita de L'Eco Mese - L'EM, l'approfondimento in stile Eco cambia completamente pelle e si apre a nuovi orizzonti. Nasce L'Eco EXTRA, in edicola da domani, mercoledì 5 febbraio, in abbinamento con il settimanale al prezzo di 2 euro (gratuito per gli abbonati). Un giornale tutto nuovo, in grado di guardare oltre i confini tradizionali de L'Eco del Chisone, capace di restituire storie, esperienze e possibilità di crescita per tutto il territorio.

Con L’Eco EXTRA si aggiunge un "extra"- appunto -  per i lettori. Accanto al puntuale notiziario dei fatti che avvengono nella storica area di diffusione del settimanale, agli approfondimenti, alle inchieste e ai commenti, si alza ulteriormente l'asticella, per abbracciare un panorama più ampio. «Vogliamo raccontare le cose con uno sguardo che non si appiattisce, ma cerca profondità e restituisce maggiore prospettiva, senza pretese profetiche che non ci appartengono - scrive il direttore Paola Molino nel primo numero -. Per questo motivo su Eco EXTRA trova spazio tutto ciò che attiene alla qualità della vita: l’ecologia, il benessere, la sostenibilità, la cultura, perché siamo convinti che questo possa essere un contributo utile alla costruzione comunitaria di un nuovo umanesimo». Buona lettura.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L’Eco del Chisone: con l’emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo i insieme ce la faremo.

Paola Molino

Sostieni L'Eco, abbonati