Sabato 4 Luglio 2020Ultimo aggiornamento 19:52

Gli studenti di Giaveno alla Festa dei Laghi di Avigliana

Gli studenti di Giaveno alla Festa dei Laghi di Avigliana
Mercoledì 21 Marzo 2018 - 10:05

Giovedì 22 marzo per la Giornata mondiale dell’Acqua si terrà la Festa dei Laghi che in caso di bel tempo si svolgerà a partire dalle 8,30 presso l’area “spiaggia” del Lago Piccolo, oppure, in caso di maltempo, presso il Palazzetto dello Sport di Giaveno. A organizzare la mattinata gli attori sottoscrittori del Contratto dei Laghi di Avigliana della Città Metropolitana, fra cui la Città di Giaveno.


Nei mesi scorsi è stato avviato un progetto didattico, condotto dal servizio Risorse Idriche della Città Metropolitana di Torino, con le scuole del territorio, avvalendosi dei volontari del Servizio Civile Nazionale, dal titolo “Sensibilmente”. Il progetto è incentrato sulle peculiarità ambientali del bacino dei Laghi e ha previsto delle attività con incontri in classe ed uscite didattiche sui due laghi.

 

LA FESTA
A conclusione del progetto, è stata organizzata la Festa dei Laghi, un evento di condivisione dedicato ai 440 studenti che hanno preso parte alle attività, agli insegnanti, a cui parteciperà anche il Vicesindaco metropolitano Marco Marocco, insieme ai Sindaci ed agli amministratori dei Comuni e del Parco.


Per Giaveno hanno aderito le Scuole primarie Sandro Pertini di Sala, l’Anna Frank ed una classe della Media Francesco Gonin. Uno speciale indirizzo di attività ha riguardato alcuni studenti dell’Istituto Superiore Blaise Pascal dell’Alternanza Scuola Lavoro, la sezione di Giaveno del Club Alpino Italiano e il Comune di Giaveno con l’Assessorato all’Ambiente e Borgate e l’Area Turismo e Progetti.


«È stata data ai ragazzi delle scuole una bella opportunità attraverso il progetto didattico sulle tematiche legate all'ambiente e alla sua sostenibilità – commenta l’Assessore alla Scuola e alle Attività Educative Anna Cataldo – Si spera che le azioni di sensibilizzazione e di conoscenza, avvenute attraverso incontri specifici e uscite didattiche, potranno portare le nuove generazioni ad apprezzare e a tutelare maggiormente il nostro patrimonio naturale».

L.V.C.
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino