Venerdì 14 Agosto 2020Ultimo aggiornamento 15:00

Terremoto vicino alle centrali nucleari francesi

Domenica 7 Agosto 2011 - 12:13

Circa una settimana dopo il terremoto di magnitudo 4,3 del 25 luglio con epicentro tra Pinasca e La Val Noce, un altro sciame sismico di entità simile (magnitudo massima 4,5) si è verificato a pochissimi chilometri da tre centrali nucleari francesi, molto vicine al confine italiano.

Nella notte tra il 2 e il 3 agosto le scosse nel sud dell'Ardèche (tra Alès e Montélimar) sono state quattro, di cui due di magnitudo 4,5 sulla scala Richter. La zona interessata si trova a 18 km a Ovest del sito nucleare di Tricastin (in linea d'aria, meno di 200 km dal confine italiano), a 21 km a nord-vest del centro nucleare di Marcoule e a 30 km a sud-ovest della centrale nucleare di Cruas-Meysse.

Secondo le rilevazioni dell'associazione CRIIRAD, nata in Francia dopo il disastro di Chernobyl per monitorare la sicurezza dei cittadini attorno ai numerosi siti nucleari transalpini, «le prime informazioni raccolte sono rassicuranti: nessun aumento della radioattività dell'aria è stato riscontrato dalle misure effettuate in tempo reale dalle centraline della rete di controllo gestita dalla CRIIRAD».

Luca Prot
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino