Martedì 26 Maggio 2020Ultimo aggiornamento: 25/05/2020 - 21:16

Val Sangone

Proiettile vagante colpisce una casa

Caccia pericolosa a Giaveno
Mercoledì 26 Settembre 2012 - 00:00

VAL SANGONE - Paura e scompiglio: non per il danno, limitato a un rivestimento in legno, quanto per il rischio che qualcuno fosse colpito. In via Avigliana a Giaveno sono spaventati e arrabbiati: un gruppo di cacciatori, mentre inseguiva un cinghiale, si è spinto troppo vicino alle abitazioni, tanto da colpire con un proiettile il sottotetto di una casa. È successo domenica mattina. E dire che in zona era in corso anche una passeggiata gastronomica nel verde…

Stevia a Giaveno, coltivazione innovativa

Sfida dolcissima
Mercoledì 19 Settembre 2012 - 00:00

VAL SANGONE - Il lavoro scarseggia? Me lo invento. Così un 31enne di Coazze, Federico Piazzano, ha deciso di coltivare la stevia, una pianta sudamericana le cui foglie possono produrre un potente dolcificante. Aiutato dall'amico Gregorio Giai Miniet, ha piantato su un terreno in frazione Villanova a Giaveno 1.800 piantine. A novembre il primo raccolto. Un esperimento quasi unico in Italia. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

La polveriera, cosa farne?

Sangano, utilizzata solo in parte
Mercoledì 12 Settembre 2012 - 00:00

SANGANO - Ventotto casematte, l'ex-abitazione del maresciallo e 450mila metri quadrati di terreno circostante. È la polveriera di Sangano, realizzata negli Anni '30 del secolo scorso ed oggi, in gran parte, inutilizzata. È "vivo" solo l'edificio dell'ex-corpo di guardia, che ospita la comunità per ragazzi diversamente abili "Colibrì". Ma tutto il resto è una risorsa "congelata". Si è sperato nelle opportunità aperte dal federalismo demaniale: tuttavia il decreto legge che doveva regolamentarlo è rimasto lettera morta. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Uffici turistici messi alla prova: luci ed ombre

Val Sangone
Mercoledì 5 Settembre 2012 - 00:00

Il test lo ha condotto per noi un lettore che si è spacciato per un potenziale visitatore e ha contattato, per chiedere informazioni sul territorio, gli Uffici turistici di Giaveno, Coazze e Valgioie. Non tutte le domande hanno trovato risposta. Severo il giudizio del lettore: «Fossi davvero un turista non verrei qui». Diritto di replica, naturalmente, ai responsabili degli Uffici. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

C'è "Crisis" in Val Sangone e i ragazzi la raccontano

Un documentario sulla voglia di reagire
Mercoledì 29 Agosto 2012 - 00:00

VAL SANGONE – Lorenzo, Sara e Morris da Giaveno; Davide da Sangano; Lorenzo e Claudia da Trana, età compresa fra 18 e 24 anni, sono i primi ragazzi della valle che hanno aderito a "Crisis". Si tratta di un progetto presentato dall’Unione dei Comuni, rivolto ai giovani fra i 18 e i 29 anni che è stato approvato e finanziato dalla Provincia nell’ambito del bando "Cultura del lavoro/lavori della cultura". I ragazzi lo hanno trovato «decisamente interessante».

I cani poliziotto si addestrano a Trana

A S. Bernardino un Centro cinofilo per formare gli eroi a quattro zampe
Mercoledì 22 Agosto 2012 - 00:00

TRANA – Non tutti sanno che in frazione S. Bernardino c’è un’area speciale dedicata a cani speciali, eroi a quattro zampe.
Sono i cani delle Unità cinofile da Soccorso dell’Associazione nazionale Polizia di Stato-Nucleo di Protezione civile, addestrati alla ricerca e soccorso di persone scomparse o disperse, in situazione di calamità o di bisogno, in superficie o sotto le macerie.

Per dirsi "sì" anche il parco del ristorante

La Val Sangone e gli sposi
Mercoledì 1 Agosto 2012 - 00:00

Due notizie inconsuete, riguardanti gli sposi, provengono dalla Val Sangone.
La prima arriva da Coazze, dove si potrà pronunciare il fatidico "sì" anche nel parco del ristorante Le Pigne, grazie ad un'apposita convenzione con il Comune. Non sarà vincolante consumare lì il pranzo.
La seconda, targata Giaveno, intende combattere il malcostume di affiggere manifesti, volantini e nylon con scritte spray per salutare gli sposi. Dovranno essere rimossi entro 24 ore, pena una multa di 1.433 euro. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

«Manca strategia turistica»

Val Sangone
Mercoledì 18 Luglio 2012 - 00:00

I sentieri della Val Sangone non sono segnalati e la manutenzione lascia a desiderare. Sergio Ruffa, "padre" di alcuni tracciati della zona, giunge a dire: «Manca una strategia. Siamo sicuri di essere un luogo turistico?». L'assessore alla Montagna di Coazze, Aldo Lisenti, non ci sta: «Stiamo facendo molto». (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Pagine

Sostieni L'Eco, abbonati