Archiviata la prima fase del dimensionamento scolastico, secondo i nuovi parametri imposti dalla legge di metà luglio 2011, nel Pinerolese c'è già chi si mette di buona lena per giungere a scelte concordi nella seconda perché la materia è incandescente.

Sono numerosi i nodi che l'Amministrazione dovrà tentare di sciogliere in questo anno. Parafrasando il presidente del Consiglio Monti, per Buttiero si tratta di passare alla fase due: "Cresci Pinerolo".

Anche nel 2011 le polveri sottili (pm10) hanno "sforato" a Pinerolo il limite canonico dei 50 microgrammi per metro cubo nelle 24 ore per un numero di giorni superiore a quello indicato dalla normativa europea. Questo però è l'ultimo inverno in cui i pinerolesi potranno godere di questa informazione.

Nuovo Piano regolatore, aree industriali dismesse, edifici pubblici e non (la Bochard ed il merlettificio Türck su tutti), il campo minato dell'insediamento ai piedi di Monte Oliveto. Si preannuncia impegnativo il domani del sindaco Buttiero che, per il momento, non intende cedere l'assessorato all'Urbanistica. Mentre la crisi frena il concretizzarsi dei piani edilizi già approvati a tutto svantaggio del Comune che vede sfumare gli oneri di urbanizzazione, il neonato "Osservatorio 0121" che si è presentato giovedì al salone dei Cavalieri propone un radicale cambio di rotta.

Diventa sempre più oneroso recarsi in centro città. Sia che si faccia uso dell'auto, sia che si adoperino i mezzi pubblici. In entrambi i casi siamo di fronte ad aumenti.
Per quanto riguarda i posteggi in centro, avevamo già registrato il passaggio della tariffa oraria da 80 centesimi a un euro. Il problema in più è che cercare un buco gratis diventerà più difficile di prima, visto che i posteggi a pagamento in centro passeranno da 670 a 1.170.

Tentata violenza sessuale: con questa accusa un ispettore capo della Polizia postale in servizio alla Questura di Torino il 19 aprile (ore 9,30) dovrà andare a processo. Lo ha deciso il giudice Alberto Giannone che, accogliendo la richiesta di giudizio immediato formulata dalla pm Chiara Maina, il 21 dicembre ha disposto il relativo decreto e fissato la data dell'udienza che si celebrerà davanti al Tribunale in composizione collegiale (presidente Simonetta Rossotti, a latere i giudici Luca Del Colle e Paola Rigonat). (approfondimenti nell'edizione in edicola)