Maxi temporale e forte vento, allagamenti a Borgaretto e Orbassano

Maxi temporale e forte vento, allagamenti a Borgaretto e Orbassano
Domenica 7 Luglio 2024 - 19:55

Un forte acquazzone ha causato non pochi problemi, poco dopo le 18, nella zona sud della cintura di Torino. La pioggia e il forte vento hanno colpito soprattutto i comuni di Beinasco e Orbassano. Fortunatamente nessun ferito ma i Vigili del fuoco sono intervenuti per far fronte ad alcune criticità, dovute perlopiù ad alberi pericolanti.

A Borgaretto, in piazza Kennedy, si sono verificati allagamenti mentre qualche pianta ha creato problemi sulla circonvallazione della frazione. Disagi anche in via don Minzoni, mentre un albero sarebbe caduto sul tetto della scuola dell'infanzia "Gatti" di via Superga, sempre a Borgaretto. Una pianta ha invece colpito una Fiat Panda parcheggiata in via Aldo Moro. In piazza Vittorio Veneto, immondizia ovunque a causa del vento e alberi caduti in prossimità della rotonda. E poi tanti garage e scantinati allagati.

"Con il sindaco e il Comandante della Polizia Locale - spiega il vicesindaco di Beinasco Daniele Bettolo - abbiamo contestualmente attivato il personale della Beinasco Servizi, Carabinieri, Vigili del Fuoco, che stanno lavorando per ripristinare la circolazione in tutta la città e nel mettere in sicurezza gli scenari più complessi".

A Orbassano (nella foto) il centro storico si è allagato, con i tombini che non sono riusciti a far fronte al forte acquazzone soprattutto in viale Vittorio Emanuele II, dove l'acqua ha rischiato di entrare nei numerosi negozi del concentrico. Strade trasformate dalla fitta pioggia in torrenti anche in altre zone della città. Ma rispetto alla vicina Beinasco,  durante il giro di ispezione e monitoraggio del territorio compiuto con Protezione civile e carabinieri, la sindaca Cinzia Bosso non ha riscontrato danni evidenti o situazioni di allarme sul territorio.

pa. pol.
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.
Paola Molino