Venerdì 5 Marzo 2021Ultimo aggiornamento 15:07

Crisi innescata dal Covid: a Sestriere poche attività hanno chiesto il contributo del Comune, bando prorogato

Crisi innescata dal Covid: a Sestriere poche attività hanno chiesto il contributo del Comune, bando prorogato
Venerdì 22 Gennaio 2021 - 18:33

Contributi per le attività economiche in difficoltà effetto della crisi economica innescata dalla pandemia Covid 19: in pochi li hanno chiesti entro la scadenza del 4 gennaio, cosè il Comune di Sestriere ci riprova. Il 20 gennaio ha rilanciato l'avviso pubblico, con la speranza di riuscire ad assegnare tutti i 300mila euro stanziati per essere erogati a fondo perduto. La nuova scadenza è il 5 febbraio.

 

Spiega il Sindaco di Sestriere Gianni Poncet: «Alla luce del fatto che vi sono ancora risorse disponibili, abbiamo aggiornato il periodo preso in esame per valutare il calo del volume d’affari pari almeno al 35%. Una fotografia della situazione ancora più definita che metterà a confronto il periodo che va dal 16-01-2020 al 15-01-2021 con quello che va dal 16-01-2019 al 15-01-2020. Nella sostanza non cambia nulla». Chi ha già presentato la propria istanza alla scadenza del primo avviso, non deve ripresentarla. 

 

Il bando (per consultarlo clicca qui) è rivolto a:

• strutture ricettive alberghiere;

• strutture ricettive extra alberghiere;

• esercizi di commercio al dettaglio in sede fissa (esercizi di vicinato e medie strutture di vendita);

• titolari di licenze per l’esercizio dell’attività di noleggio veicoli con conducente;

• esercizi di somministrazione di alimenti e bevande;

• acconciatori ed estetisti;

• tintolavanderie;

• laboratori gastronomici;

• gestori di attività di intrattenimento e svago e attività sportive;

• farmacie, centri medici;

• rivendite quotidiani, riviste e periodici;

• tabacchi e generi di monopolio;

• agenzie di viaggi;

• agenzie immobiliari;

• noleggi attrezzature sportive;

• scuole di sci; sci club; maestri di sci;

• noleggio motoslitte ed elicottero;

• studi professionali;

• artigiani; produttori agricoli.

 

Nella foto, il sindaco Gianni Poncet.

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino