Sabato 24 Ottobre 2020Ultimo aggiornamento 18:41

Piobesi: premio "Convivium" al ristorante Celestino

Piobesi: premio "Convivium" al ristorante Celestino
Giovedì 17 Settembre 2020 - 10:40

Il premio all’eccellenza per la qualità della cucina e dell’accoglienza “Convivium” è stato insignito al Ristorante Hotel Celestino di Piobesi. Il riconoscimento è stato ritirato dalla famiglia Leggero, che tramanda di generazione in generazione questo locale. Un esercizio che è stato premiato non solo per la cucina, ma anche per la storia che si respira all’interno. I Leggero posseggono il locale dal 1904, anno in cui Celestino Scalenghe, bisnonno dell’attuale proprietario Sergio, acquistò la dimora. La struttura, originaria del XV secolo, possiede una storia unica che non è semplice da ricostruire data la difficoltà nel reperire i documenti del suo passato, anche se alcuni esperti ritengono potesse essere una delle residenze estive di alcuni nobili torinesi.

Il premio è frutto di una visita effettuata il 7 settembre dagli esperti di degustazioni di “Convivium”, che dal 1999 si occupa della “Guida alle tavole di eccellenza” in molteplici regioni d’Italia, ma anche in Svizzera, Francia e Lussemburgo. I critici hanno apprezzato in particolar modo “L’Agnulot d’Celestin al fumo e brodo di gallina bianca di Saluzzo”, specialità della casa da sempre ammirata dai piobesini. "Per noi è stato davvero molto importante ricevere questo riconoscimento. Sicuramente è frutto del tantissimo lavoro e della fatica che da molto tempo dedichiamo alla nostra attività, speriamo rappresenti un punto di partenza per altri traguardi", ha commentato Lorenzo Leggero, Chef del locale con il padre Sergio.


 


 

Alessandro Cattelan
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino