Venerdì 25 Settembre 2020Ultimo aggiornamento 12:04

Parrucchiere di Nichelino pagava il pizzo per proteggere il suo negozio, arrestato l'estorsore

Parrucchiere di Nichelino pagava il pizzo per proteggere il suo negozio, arrestato l'estorsore
Mercoledì 29 Luglio 2020 - 10:11

Un parrucchiere di Nichelino, titolare di un locale a Torino nel quartiere Crocetta, dal gennaio del 2018 era costretto a pagare una sorta di “polizza assicurativa” per proteggere il suo negozio. Continue le minacce di morte per constringerlo a continuare a dare il denaro e non denunciare.  La somma estorta fino ad oggi ammonta ad oltre 10mila euro. L’estorsore, che si è vantato di essere vicino al clan Spada e amico dei Casamonica,  si è offerto di proteggerlo dai guai in cambio di piccole rate mensili. Dopo anni di minacce, la vittima si è rivolto ai carabinieri di Nichelino che sono intervenuti durante la consegna dell'ennesima rata di 300 euro e hanno arrestato l’estorsore. Si tratta di Danilo Urraso, 43 anni, abitante a Torino. In casa gli hanno trovato e sequestrato un suv, affittato dalla vittima e da lui utilizzato, due Rolex, tre telefoni cellulari, 15mila euro in contanti, coltelli, un machete e diverse pistole sceniche. L’uomo potrebbe aver chiesto denaro anche ad altri commercianti di Torino e provincia.

pa. pol.
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino