Martedì 4 Agosto 2020Ultimo aggiornamento 16:28

Hockey ghiaccio, a porte chiuse Valpeagle fa sua gara 2

Hockey ghiaccio, a porte chiuse Valpeagle fa sua gara 2
Giovedì 5 Marzo 2020 - 22:44

La Valpeagle s’impone 5 a 2 nella surreale atmosfera di un “Cotta Morandini” deserto – disputa del match di gara 2 dei Quarti di Finale di Ihl a porte chiuse per le restrizioni imposte dal Decreto sul Coronavirus- pareggiando la serie con Bressanone.

Scocca esattamente il 18’00” quando Marco Pozzi, assistito da Silva e Filippo Salvai, deposita alle spalle di Kosta il gol del vantaggio. Valpe che esce sul finire del primo periodo da un pericoloso serrate degli altoatesini. Gli ospiti godono di 4’ in superiorità numerica a causa della penalità inflitta a Pozzi, ma i biancorossi riescono a non scomporsi chiudendo le linee di tiro avversarie. Il guizzo del numero 5 fa esplodere la voce tonante dello speaker, come se lo stadio fosse pieno ed invece ci sono solo addetti ai lavori ed il personale medico che misura a tutti la febbre. Già, una prescrizione che diventerà norma quella sperimentata nella prima serata di impianti chiusi al pubblico (decisione della Fisg di non bloccare il torneo che la Filatoio ha giudicato sconcertante). Frazione in cui le due compagini si equivalgono, o quasi, sul piano del numero di conclusioni, 14 a 13 per i padroni di casa, con i Falcons che privilegiano la costruzione del gioco ed i torresi bravi a provare il guizzo con la deviazione sotto porta e la rotazione del puck a vantaggio di una conclusione da fuori di De Biasio. Equlibrio sostanziale che l’aveva fatta da padrone in gara 1, conclusasi non a caso solo all’ottavo rigore con l’affermazione targata Brixen. In avvio di secondo drittel in panca puniti finisce Penna ma il pareggio, meritato, del Bressanone arriva con stesso numero di uomini su ghiaccio, a firma dello statunitense O’Shaughnessy al minuto 25’35”. La penalità ospite viene sfruttata al 30’49” da un tiro di capitan Alex Silva, corretto dal finlandese Vehmanen e infilatosi alla sinistra del portiere. Quando gli altoatesini sembrano alzare il ritmo alla ricerca della nuova parità ci pensa ancora Pozzi a siglare la doppietta infilando la potente conclusione sotto la traversa. Ci sono due marcature di differenza ed è il 35’55”, così a fine tempo il tabellone dice 3 a 1. E’una condizione che la Valpeagle è chiamata a sfruttare, in quanto difendere in toto il fattore campo è basilare per cercare di volgere in proprio favore la serie. Silva fa il quarto (funziona ottimamente il powerplay)e ancora Pozzi realizza la sua terza rete personale chiudendo lo score.

Contenuti correlati: 
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino