Domenica 17 Novembre 2019Ultimo aggiornamento 12:50

Lavoratori in nero nella discoteca-pizzeria del pinerolese

Lavoratori in nero nella discoteca-pizzeria del pinerolese
Martedì 15 Ottobre 2019 - 08:28

Camerieri pronti a servire ai tavoli. Pizzaioli davanti al forno. Tutti - o quasi - rigorosamente in nero. È quanto hanno scoperto gli uomini della Guardia di Finanza di Torino durante un intervento all'interno di una sala da ballo e pizzeria del pinerolese. È qui che le Fiamme gialle della Compagnia di Pinerolo hanno sorpreso una quindicina di lavoratori, la stragrande maggioranza italiani, intenti a svolgere le proprie mansioni di camerieri e piazzaioli. Lavoratori irregolari. «Praticamente l’intero staff aziendale, esposto, in tal modo, ad elevati rischi in termini di sicurezza e di garanzie assistenziali - dicono i Finanzieri - dal momento che tra i lavoratori vi era chi svolgeva mansioni che prevedevano anche l’utilizzo di macchinari e utensili». Il datore di lavoro, un imprenditore 50enne, ha rischiato ha rischiato la sospensione dell’attività. Un'eventualità poi rientrata per aver assunto - così come vuole la normativa - tutto il personale sorpreso a lavorare irregolarmente. Alle responsabilità legate alla gestione dei dipendenti, sono state riscontrate dai Finanzieri anche anomalie contabili ed amministrative. Nel corso dei controlli è stata accertata un’evasione fiscale per oltre 170mila euro legata ad una passata annualità dove la società coinvolta nella vicenda è risultata essere completamente  sconosciuta al fisco. Circa 16mila euro le sanzioni connesse all’utilizzo di manodopera irregolare. «L’intervento dei finanzieri - spiegano dal Comando provinciale - ha indotto il titolare della società alla regolarizzazione delle posizioni lavorative, garantendo così al personale i benefici derivanti dalla regolare assunzione e dall’adeguata copertura assicurativa».

pa. pol.