Sabato 23 Marzo 2019Ultimo aggiornamento: 22/03/2019 - 20:29

Controlli dei carabinieri negli istituti scolastici del saluzzese

Controlli dei carabinieri negli istituti scolastici del saluzzese
Venerdì 15 Febbraio 2019 - 11:22

Proseguono le attività dei carabinieri della Compagnia di Saluzzo a favore degli utenti degli istituti scolastici, finalizzate al contrasto dei reati in genere e in particolare delle condotte di consumo e spaccio di stupefacenti. Da alcune settimane sono stati predisposti numerosi servizi in prossimità e all’interno di vari istituti scolastici di Saluzzo, Verzuolo e Barge, nonché presso i principali scali degli autobus che trasportano gli studenti. Ad integrare il dispositivo anche le unità cinofile dei Carabinieri di Volpiano e della Polizia Penitenziaria di Asti, intervenuti per eseguire la ricerca di stupefacenti all’interno delle scuole interessate. I risultati non si sono fatti attendere: in diversi istituti il fiuto dei cani ha consentito di rinvenire alcune dosi di stupefacente abbandonate in aree comuni o all’interno delle classi e di sorprendere tre studenti di età minore in possesso di piccole quantità di marijuana. Ancora una volta è stato determinante e prezioso il contributo dei Dirigenti Scolastici e dei docenti che hanno segnalato tempestivamente ai Carabinieri i casi sospetti. In tale contesto si inserisce anche l’attività di prossimità dei militari di Saluzzo che hanno denunciato alla Procura della repubblica presso il Tribunale dei Minori un ragazzino con l'accusa di tentata estorsione. Mmediante minacce su WhatsApp, aveva preteso da alcuni suoi compagni di classe piccole somme di denaro, ricorrendo in un’occasione addirittura all’aggressione fisica. Analoga sorte è toccata ad altri due ragazzi minorenni, frequentatori di istituti scolastici di Saluzzo, i quali sono stati denunciati in stato di libertà per il reato di furto aggravato. I controlli proseguiranno anche nelle prossime settimane e saranno integrati dai consueti incontri con gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, nell’ambito della campagna di “Cultura della legalità”.

pa. pol.