Sabato 15 Agosto 2020Ultimo aggiornamento 9:30

Forti nevicate e rischio valanghe: scuole chiuse a Sestriere, Pragelato, Prali e Perrero. Sr 23 chiusa sopra al bivio Plan

Forti nevicate e rischio valanghe: scuole chiuse a Sestriere, Pragelato, Prali e Perrero. Sr 23 chiusa sopra al bivio Plan
Lunedì 8 Gennaio 2018 - 19:17

Vista l'eccezionale nevicata in corso, il Comune di Sestriere ha prorogato anche a domani, martedì 9 gennaio, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Lo stesso ha fatto l'Istituto comprensivo Cirillo Gouthier (con sede a Perosa Argentina) dopo aver sentito i sindaci, per i plessi scolastici di Pragelato, Perrero e Prali, mentre quelli di Fenestrelle, chiusi oggi, saranno regolarmete aperti.

 

«Siamo proprio sullo zero termico - spiega il sindaco di Fenestrelle Michel Bouquet - un po' nevica e un po' no, ma non ci sembra che le condizioni delle strade in questo momento rendano necessaria la chiusura, anche se continuiamo a monitorare la situazione. Si prevedono precipitazioni ancora per 18 ore».

 

Resteranno normalmente aperte le scuole di Roure e dei Comuni più a valle, mentre le maggiori difficoltà potranno incontrarle a scendere verso Fenestrelle gli alunni di Usseaux. Da quella quota in su, infatti, lo scenario cambia radicalmente, tanto che il Comune ha emesso un'ordinanza per chiudere la strada comunale che dalla Sr 23 al bivio di Pourrieres sale fino a Balboutet per pericolo di valanghe. La borgata sarà raggiugibile dalla strada che la collega al capoluogo.

 

CHIUSA LA SR 23 SOPRA PRAGELATO

Chiusa anche la Sr 23 dal bivio di Plan, a monte di Pragelato, verso Sestriere, fino al bivio per il rifugio Venini.

 

Nella foto di fotograficasestriere.com, la situazione al colle del Sestriere.

l.p.
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino