Domenica 18 Agosto 2019Ultimo aggiornamento 9:15

Il teatro in carcere: "Viva Scespir" a Saluzzo sold out per quattro repliche

Il teatro in carcere: "Viva Scespir" a Saluzzo sold out per quattro repliche
Venerdì 2 Ottobre 2015 - 17:25

Perché fare teatro in carcere? Una risposta è già evidente nel tutto esaurito registrato dallo spettacolo "Viva  Scespir" in scena alla Felicina di Saluzzo (Carcere "Morandi") da ieri pomeriggio, giovedì 1, a domenica 4 ottobre. Una prima e tre repliche, tutte sold out annunciati.

Un'impegnativa rivisitazione delle forme teatrali dalla tragedia greca a Beckett passando per la commedia dell'arte e Shakespeare, che vede sul palco undici attori: Abdul, Alberto, Andrea, Chamel, Francesco, Geovanny, Nabil, Yassine, Riccardo, Salah, Stefano.

Tutti detenuti, coordinati dalla regia di Grazia Isoardi. Il laboratorio teatrale da cui nasce lo spettacolo è un'iniziativa di "Voci Erranti Onsul". «Il gruppo dei detenuti - spiegano i promotori - si è confrontato con alcuni testi classici della storia del teatro, sperimentando in prima persona che tutto il mondo è un palcoscenico, nel quale gli uomini sono attori, la Fortuna è regista e il cielo spettatore. In fondo la vita umana che altro è se non una commedia?».

foto di Bruno Allaix