Mercoledì 12 Agosto 2020Ultimo aggiornamento 8:15

Il tesoretto nel cassetto

I Comuni piangono, ma a volte non si accorgono di avere risorse a portata di mano
Mercoledì 14 Dicembre 2011 - 00:00

I Comuni sul fronte delle tasse sono come dei vasi di coccio: costretti da un lato ad adeguarsi alle disposizioni del Governo per procurarsi nuove entrate ed a preoccuparsi, dall'altro, di non spremere troppo i propri amministrati per evitare una rivolta sociale. Ciò detto, prima di battersi il petto sarebbe opportuno che le Amministrazioni comunali andassero a rovistare nei cassetti dove forse giacciono tesoretti dimenticati. Ad esempio, il Comune di Pinerolo da tempo avrebbe l'opportunità di vendere un'ottantina di alloggi popolari con un incasso di circa 2 milioni di euro. A Torre Pellice, invece, il Comune da mesi avrebbe la possibilità di incassare dalla Regione 170.000 euro risultanti da economie per alcuni interventi su case sempre di edilizia popolare, ma le solite pastoie burocratiche fanno in modo che siano ancora inutilizzati. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino