«Qui i bimbi andavano a scuola contenti»

Ultima campanella per la scuola di Rorà: con lei a rischio l'intero paese

RORÀ - A Rorà suonata l'ultima campanella. Venerdì 10 è finita la scuola. Ed è finita per sempre. Troppo pochi, sei alunni, per i parametri ministeriali. E pazienza se, per "razionalizzare", si costringeranno dei bambini così piccoli a diventare pendolari lungo un itinerario montano, fino alla scuola di fondovalle più "vicina" (dieci chilometri).
Insieme alla scuola rischia di chiudere un paese: è già successo in molte località, nelle nostre valli, quindi non è retorica. L'unico negozio di alimentari è a rischio.
Cala il sipario su una scuola dove si andava volentieri. «"Ciao mamma, io vado a lezione!": «I miei figli mi hanno sempre salutato così, con gioia, tutte le mattine», racconta Cinzia Bortolotti, i quattro figli hanno tutti imparato a leggere e a scrivere in queste aule. La più grande, ora, frequenta l'università, mentre il secondo è alle superiori. Gli ultimi due, ancora alle elementari, dovranno cambiare sede e lasciare la loro scuola. … (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.
Paola Molino