Trampolini olimpici: un altro saccheggio

Pragelato, attrezzature trasferite sulle piste di Crissolo

PRAGELATO - “Chiedete e vi sarà dato”. Ormai sembra essere questo il motto che contraddistingue le vicende intorno all’impianto dello ski jumping di Pragelato. Dopo i saccheggi di inizio inverno, quando camionate di materiali presi dai trampolini erano state trasportate in Val Ridanna, in questi giorni è stato il turno di un camioncino del Comune di Crissolo che ha portato via materassi e reti di protezione.
All’oscuro di tutto il sindaco di Pragelato Gianni Arolfo e il sindaco di Sestriere Valter Marin, che è designato dai Comuni sedi olimpiche nel Consiglio di amministrazione della Torino olympic park, la cosiddetta "Fondazione XX Marzo" che gestisce il post-olimpico. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino