In Tribunale solo dopo la mediazione

Cambia tutto con la nuova legge in vigore per le controversie civili e commerciali

È partita. Da lunedì 21 marzo la mediazione civile è diventata operativa. Questo, in estrema sintesi, significa che le controversie civili e commerciali dovranno obbligatoriamente cercare una mediazione amichevole presso uno degli organismi autorizzati. Slitta al 2012 l'obbligatorietà della mediazione anche per le liti condominiali e risarcimenti danni da incidenti stradali. Solo dopo, nel caso in cui non si riesca a trovare un accordo, le parti potranno rivolgersi in Tribunale.
Un cambiamento epocale, destinato a modificare profondamente la gestione dei conflitti e che, secondo le stime, interesserà annualmente dai 600.000 al milione di procedimenti. Le stesse stime dicono anche che oggi le cause civili ferme in Tribunale sono circa 5.900.000. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino