Giovedì 15 Aprile 2021Ultimo aggiornamento 15:54

Paesi e città in festa sventolando il tricolore

Moltissime le iniziative sparse sul territorio per celebrare i 150 anni di Unità del Paese
Martedì 15 Marzo 2011 - 16:32

Airasca: brindisi
Giovedì 17 ritrovo in piazza Castello alle 10,30. Alle 11 alzabandiera ed esecuzione Inno nazionale. A seguire verrà offerto un brindisi tricolore presso il bar "La Marghera".

Bagnolo: mostra sui 150 anni
Sabato 19 alle 16 inaugurazione della mostra "Italia, 150 anni di storia", curata dal presidente dell’Unitre di Bagnolo Piero Riva, col contributo dell’assessorato alla Cultura di Bagnolo e con l’importante apporto della biblioteca. «Si potranno trovare anche la lettera con cui Garibaldi dà disposizioni per il proprio funerale; il congedo militare, provvisorio, di un bagnolese dopo la Seconda guerra d’indipendenza; un’edizione ottocentesca in lingua francese de “Le mie prigioni”; una lettera spedita nel 1861» spiega il presidente dell’Unitre Piero Riva. Visitabile il mercoledì e la domenica dalle 10,30 alle 12 e il sabato dalle 16,30 alle 18,30.

Barge: Consiglio comunale aperto
Mercoledì 16 alle 21 "Notte tricolore in musica" al cinema Comunale con concerto curato con i gruppi musicali e corali amatoriali, dall’Istituto musicale "Giulio Roberti" di Barge e dalle corali parrocchiali. Giovedì 17 alle 9, in piazza S. Rocco, corteo su viale Mazzini alla presenza di autorità comunali, militari e associazioni, con la Banda musicale Città di Barge e le majorette con l’arrivo al monumento presso le scuole medie. Alzabandiera per il saluto al Paese con deposizione di una corona. Da lì, il corteo proseguirà lungo viale Stazione e via Ospedale. Si arriverà alla Casa di riposo "Don Uberti" (ex-ospedale). Poi fino al palazzo comunale, dove si terrà un Consiglio comunale aperto al quale sono invitati tutte le associazioni bargesi e coloro che dal Dopoguerra ad oggi hanno ricoperto la carica di amministratore a Barge. Al termine consegna del tricolore alle associazioni, di riconoscimenti a queste e agli amministratori avvicendatisi negli anni alla guida del Comune.

Bricherasio: ballo e ricordo
Giovedì 17 ci si trova alle 15 nella sala polivalente di via Vittorio Emanuele II 94 per un "Ballo tricolore" a cura del Comune e del Comitato anziani (musica di "Massimo e Michael"). Alle 16,30 toccante cerimonia di ricordo delle vittime di un tragico incidente sul lavoro avvenuto il 28 febbraio 1911 nella miniera di grafite di Bricherasio: "Ne erano morti due", a cura dell'associazione storica culturale "La Reine" G.B. Cacherano di Bricherasio. Una targa commemorativa sarà consegnata ai discendenti di Giuseppe Lauro, una delle vittime.

Bruino: alzabandiera e canti
Giovedì 17 alle 11 in piazza del municipio per l’alzabandiera, canti eseguiti dal coro Rocciavrè e a seguire, intorno alle 11,20 circa, appuntamento in sala consiliare per gli interventi del sindaco e dei consiglieri comunali sulla festa e sul suo significato.

Buriasco: notte tricolore
La notte tricolore, mercoledì 16, vede il coinvolgimento di tutte le associazioni del paese, dei bar, della Rivese e della Pallavolo Pinerolo. Dalle 20 sarà un susseguirsi di manifestazioni sportive, sociali e culturali che andranno avanti fino a notte tarda. Nel teatro Comunale, con ingresso libero, saranno proiettati i film "Benvenuti al Sud" e "Attila il flagello di Dio". Nell'intera nottata a cura della Pro loco saranno distribuiti gofri, mentre presso Bar 45 e Trattoria del peso si potrà assaggiare il famoso "bicerin". C'è poi l'invito  dell’Amministrazione ad esporre in ogni casa per tutta la giornata di giovedì 17 la bandiera tricolore. Sempre giovedì, ore 9, presso il monumento ai Caduti cerimonia ufficiale dell’alzabandiera a cura del Gruppo alpini di Buriasco.

Candiolo: corteo e alzabandiera
A cura del Comune di Candiolo, in collaborazione con gli Alpini, la cerimonia civile di giovedì 17 ore 10,30. Il corteo partirà da piazza Sella verso il monumento dei Caduti, in via Roma, dove dopo l’alzabandiera avverrà la lettura del messaggio del presidente nazionale Ana Corrado Perona ed il saluto delle autorità. Sabato 26 alle 21 al bocciodromo, in via Roma, "Concerto tricolore" dove la Filarmonica candiolese si esibirà insieme ad il coro Eufonie.

Cantalupa in bicicletta
Giovedì 17 a Cantalupa, alle 9,30, parte dal municipio una biciclettata tricolore organizzata in collaborazione con l’Asd Cantalupa, direzione S. Valeriano. Si tratta di una cicloturistica primaverile alla scoperta dei boschi e dei sentieri della Val Noce. Iscrizione: 5 euro. Sono previsti tre percorsi differenziati a seconda del livello di difficoltà. Rinfresco conclusivo. Info:  348 118.6429 o [email protected].

Castagnole: la Costituzione ai ragazzi
Giovedì 17, dopo i numerosi tricolori che sventolano alle finestre e la copertura di bandierine in piazza Vittorio Emanuele, apertura della giornata con alzabandiera alle 9,15 presso il monumento dedicato ai caduti alla presenza dell’Amministrazione comunale e delle associazioni. Alle 10,15 in piazza Cesare Battisti cerimonia di consegna a tutti i ragazzi che festeggiano il 18º anno d’età una copia della Costituzione; seguiranno gli interventi delle autorità. L’invito a partecipare è rivolto a tutta la popolazione.

Cavour: piccolo paese, grande storia
Mercoledì 16, alle 20,30, ritrovo delle associazioni cavouresi in piazza Sforzini per l'alzabandiera alla presenza delle autorità. Alle 21,15 al palazzetto di via Vigone, la Pro Cavour con la banda musicale S. Lorenzo, il coro della Rocca e i Danzatori di Bram si esibiranno in un repertorio "nazionale", toccando le varie regioni d'Italia con canti e balli tipici; terminerà la serata un brindisi al tricolore. La serata è realizzata dal Comune con la collaborazione di tutte le associazioni del paese, gli Alpini dell'Ana e i commercianti. Giovedì 17, nel salone comunale, l'Unitre proporrà la proiezione del filmato "Un piccolo paese nella grande storia" realizzato dai ragazzi della scuola media sulla storia di Cavour: racconti di vita usi e costumi negli anni del Risorgimento con la biografia dei personaggi legati alla Cavour dell'epoca. Repliche alle 15, alle 17 e alle 21. Ingresso libero.

Cercenasco: canti dal campanile
Giovedì 17 alle 10 raduno delle associazioni e delle autorità civili e militari in piazza Ceppi, per poi proseguire in corteo verso la lapide dei Caduti (via Roma angolo via XX Settembre). Alle 10,30 alzabandiera, subito dopo all’intervento del sindaco. Tutti sono invitati a partecipare, in particolare le associazioni con i propri gagliardetti e gli Alpini con il cappello alpino. Saranno presenti bambini e ragazzi delle scuole di Cercenasco e Vigone, pronti ad intonare l’inno nazionale insieme al coro parrocchiale. Dal campanile della chiesa parrocchiale verranno diffusi canti risorgimentali, insieme ovviamente all’Inno di Mameli. Il sindaco invita la popolazione ad esporre la bandiera.

Cumiana: bandierine e libro della memoria
A Cumiana 1.100 bandierine consegnate ai ragazzi delle scuole, altre 300 consegnate gratuitamente presso le abitazioni e i palazzi delle vie principali. Mercoledì 16 notte tricolore, alle 20,30, presso la sede degli Alpini in via Provinciale, corteo con la banda "V. Dovis" e arrivo sotto l’ala del mercato. Brindisi e proiezione del tricolore sulla facciata del palazzo comunale. Musica con la banda "Dovis", il "Cumbavianae Chorus" dell’Unitre, il coro Ana "Tre Denti" e "La bottega di musica e parole". In contemporanea, apertura straordinaria della biblioteca "I Comuni nel Comune di Cumiana" e della mostra "Cumiana si racconta". Durante la serata saranno raccolti i pensieri dei cumianesi sul significato dell’identità nazionale su un apposito libro della memoria. Giovedì 17, dalle 15 alle 18, biblioteca e mostra aperte. Prosegue la raccolta dei pensieri sull’identità nazionale. Domenica 20, gita organizzata dalla Pro loco a Torino alle mostre "Fare gli italiani" e "Stazione futuro". Dal 17 al 20 marzo, per festeggiare i 150 anni dell'Unità d'Italia, promozione al bioparco immersivo "Zoom" di Cumiana: i bambini fino a 12 anni entrano gratis se accompagnati ognuno da un adulto pagante.�

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino