Giovedì 15 Aprile 2021Ultimo aggiornamento 12:41

Neopatentati: o lenti o fuorilegge

Con le nuove norme prendere la patente è sempre più un lusso
Martedì 15 Marzo 2011 - 16:45

«Papà, posso prendere l’auto di mamma per andare al cinema con gli amici?». Quella che fino a ieri poteva essere, in molte famiglie dove c'è un figlio neopatentato, una domanda comune, oggi invece può diventare un rebus o, addirittura, una richiesta dalla risposta - ovviamente negativa! - scontata.
Dal 9 febbraio 2011, infatti, la musica per una categoria di guidatori è cambiata: i neopatentati (e, quindi, soprattutto i giovani) non potranno guidare, per 12 mesi dal conseguimento della patente B, autoveicoli con il rapporto potenza/tara superiore a 55 kW (75 Cv) per tonnellata e (per le sole vetture) anche con potenza superiore a 70 kW (95 Cv).
Una piccola rivoluzione, effettuata certamente nel nome della sicurezza stradale ma che mette in difficoltà molte famiglie, non dotate di auto adatte all’utilizzo dei propri figli, almeno nel primo anno di patente. (approfondimenti nell'edizione in edicola)

Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino