Pinerolesi spendaccioni al gioco

Per inseguire la fortuna perdiamo mille euro a testa l'anno
Oltre 6,5 milioni di euro

Crescono i disagi legati alla crisi economica e, paradossalmente, aumenta la febbre del gioco. Per i pinerolesi, sfidare la sorte (quella buona) con i numeri e le scommesse è un "vizio" che costa oltre 35 milioni di euro l'anno. Solo tra le ruote del Lotto vengono spalmati più di 6,5 milioni di euro, mentre altri 14 milioni se ne vanno nei "gratta e vinci" e ben 11 tra lotterie istantanee e nazionali, Totocalcio, Totogol, con l'Ippica nazionale e tutte le scommesse sportive del Better. Queste sono le cifre legate esclusivamente alla Lottomatica; poi arrivano i giochi della Sisal, con il più famoso Superenalotto capace di raccogliere oltre 3,5 milioni di euro l'anno tra chi, in città, insegue il magico "sei".

Una miniera d'oro per lo Stato, che ora lancia il 10 e Lotto Evo con 250 estrazioni al giorno.

di M. Mié
Informazione al servizio della comunità e per essere comunità, da sempre questo è lo stile inconfondibile de L'Eco del Chisone: con l'emergenza Coronavirus, ora più che mai, lo sentiamo come un dovere non solo nei confronti dei nostri lettori, ma di tutti i cittadini. Perché solo insieme ce la faremo.

Paola Molino